Società di pensieri n.12

8,5010,00

Esaurito

Società di Pensieri

RIVISTA TRIMESTRALE DI CULTURA

diretta da Stefano Casi

Edizioni :riflessi, 1995

numero 12
settembre 1995

errante, anima e cuore, il giro della prigione
dedicato a Marguerite Yourcenar*

in allegato, supplemento ICEBERG AL SOLE

euro 5,00 anziché 6,20
(a cui ai aggiunge: spedizione tracciabile: € 3.50; raccomandata, € 5.00)

NEL MENU SOTTOSTANTE GLI IMPORTI SONO COMPRENSIVI DELLA SPEDIZIONE

COD: N/A Categoria:

Descrizione

numero 12
settembre 1995

errante, anima e cuore, il giro della prigione
dedicato a Marguerite Yourcenar*

in allegato, supplemento ICEBERG AL SOLE

 

Stefano Casi, Editoriale
Biancamaria Frabotta, In viaggio
Dragan Zivadinov, Das Problem der Befahrung des Weltraums (Der Raketen = Motor)
Stefano Tassinari, A ridosso del giorno
Jon Jost, Le battaglie di Paolo Uccello
Riccardo Bertani, Il richiamo dell’estremo mattino
Dumitru Pop, Il cimitero allegro di Sapînta
Luh Ketut Suryani, Il mio percorso spirituale
Oreste Braghieri
Giovanna Rizzo, E le fonti dell’amore?

Aureolati, fotografie di Santiago

 

ICEBERG AL SOLE
supplemento allegato con le opere dei fotografi vincitori del concorso “Iceberg – Giovani artisti a Bologna” 1996:
Claudio Marra, Fotografia e ricerca artistica. Scenari di fine secolo (prefazione)
Battiti di ciglia, fotografie di Nada Cingolani
Mondo trash 2 “Mouse”, fotografie di Federico D’Orazio
fotografie di Vincenzo Galardo
Fiori e Ritratti, fotografie di Vincenzo Izzo
fotografie di Federico Pagliarini
fotografie di Paolo Stefani

 

 

* (le dediche di Società di pensieri sono solo ideali: generalmente gli articoli non riguardano esplicitamente l’autore dedicatario)

 

Brani da questo numero:

 

… Il suo lascito in carne ed ossa, ornato dalla luce impotente di una camera fanciulla, se ne sta addossato (pellegrino di oggetti e oscurità) all’angolo dei gesti attesi. Lei, spinta sotto il torchio delle tentazioni d’invadenza, coltiva il sentito dire di storie adulte e sterrate di malesseri. Un traffico d’indifferenza sovrasta la cronologia dei fatti, mentre la contumacia di ogni presunta ragione cancella il nesso tra un giudizio ed un confronto…

Stefano Tassinari

 

… Il film su cui sto lavorando avrà qualcosa a che fare con questo dipinto, ma nel modo in cui Tutti i Vermeer a New York aveva a che fare con Vermeer. Con particolari importanti che rimangono sullo sfondo: per esempio, il fiore che lui offre al tavolo del bar è un tulipano. Forse non tutti sono in grado di riconoscerlo ma per me che ho studiato Vermeer per anni è un particolare importante. Ai tempi di Vermeer New York si chiamava New Amsterdam ed in quel periodo fu assediata e conquistata dagli inglesi diventando New York. Il primo mercato azionario del mondo fu un’azienda di tulipani in Olanda. Potevano venderti un bulbo di tulipano per l’equivalente odierno di un milione di dollari…

Jon Jost

 

… Eppure, questa teoria infinita di personaggi compone l’esistenza in un magico, anzi cabalistico, incrocio di apparenti coincidenze, che altro non sono se non la sommatoria di reciproche prigioni intersecantesi tra di loro.
Allora scopri o, almeno così lo intuisce Giovanna, che il giro della prigione è brevissimo, certo lacerante, ma non è questo che conta.
Ciò che conta è il significato con cui convivere nella prigione…

Giovanna Rizzo

Informazioni aggiuntive

Spedizione

Standard, Tracciabile