ResiDanze di Primavera 2019 2019-05-22T08:20:31+00:00

Project Description

ResiDanze
di Primavera

23-24 maggio 2019

Le attività si svolgono nell’ambito del progetto interregionale di Residenze Artistiche – Artisti nel territorio, realizzato con il contributo della Regione Emilia Romagna e del MiBAC.

giovedì 23 e venerdì 24 maggio 2019

ore 20.00 Pulsations. Suite a due voci in movimento di Arcanto Studio.
ore 21.00 Lasciti di Sonenalè 
ore 22.00 Trittico. Cantillazioni di Amalia Franco, Anna Moscatelli, Renata Frana 
ore 22.40 131 – urban rendez-vous de IL CANTIERE_Sara Marasso & Stefano Risso

Quattro compagnie in residenza artistica a Teatri di Vita per la terza edizione di ResiDanze di Primavera!
Durante il mese di maggio, il nostro teatro accoglierà danzatori, danzatrici, performer, musicisti e cantanti, i quali si confronteranno tra studi e percorsi di ricerca differenti. La sera del 23 e 24 maggio, il pubblico potrà assistere alle loro coreografie in cantiere, allestite in differenti spazi interni ed esterni del teatro.

Gli artisti e le artiste che lavoreranno a Teatri di Vita e che presenteranno i loro spettacoli sono Arcanto Studio con Pulsations. Suite a due voci in movimento, di e con Gloria Giovannini e Maryfé Singy; Sonenalè con Familia Familiae, con Riccardo Fusiello, Agostino Riola e Alessandra Gaeta; Amalia Franco, Anna Moscatelli e Renata Frana con Trittico. Cantillazioni; IL CANTIERE_Sara Marasso & Stefano Risso con 131 urban rendez-vous.

23-24 maggio, ore 20.00

Pulsations

Suite a due voci in movimento

Compagnia
Arcanto Studio

di e con
Maryfé Singy e Gloria Giovannini

Produzione
Associazione Culturale Arcanto

Un insolito duo racconta l’unione attraverso l’arte, dando voce a un corpo e a un’idea. Il progetto si sviluppa come un concerto performativo, nato dall’ascolto di pulsazioni e suoni interiori, che mirano alla connessione e alla comunione di due entità diverse. L’elemento principale è la voce, che guida e risuona nel movimento. Dalla separazione alla fusione: Pulsations è un’esplorazione del suono nello spazio, attraverso i corpi e le sue sensazioni.

Gloria Giovannini è cantante e insegnante di canto, specializzata in canto lirico, popolare e contemporaneo. Maryfé Singy, è danzatrice, diplomata in danza contemporanea presso la Manufacture Haute Ecole des Arts de la Scène a Losanna.

23-24 maggio, ore 21.00

Lasciti

Compagnia
Sonenalè

Coreografia
Riccardo Fusiello, Agostino Riola

Produzione
Sonenalè con il sostegno de I Teatri del Sacro

Una riflessione sull’eredità di gesti, parole ed espressioni che si trasmettono di generazione in generazione e che fanno parte dell’eredità di una famiglia. Un processo inevitabile e involontario, felice o infelice, che avviene per natura. Come un albero, da cui ci si allontana e si torna, in cui ci si sente protetti o schiacciati. A ispirare il lavoro di Sonenalé è Natalia Ginzburg, con il suo Lessico Familiare, cioè l’importanza di comprendere le sensazioni, le emozioni e il mistero di questa complessa eredità.

Sonenalé è una compagnia di danza e arti performative diretta da Riccardo Fusiello, coreografo e danzatore, e da Agostino Riola, performer e regista. Fondata a Milano nel 2012, in pochi anni la compagnia ottiene prestigiosi riconoscimenti e collaborazioni in Italia e in Europa. Nel 2015 trasferisce la propria base a Bisceglie, in Puglia, dando vita a una nuova fase del proprio percorso.

23 – 24 maggio, ore 22.00

Trittico. Cantillazioni

di e con
Amalia Franco, Anna Moscatelli, Renata Frana

Coreografia
Amalia Franco, Anna Moscatelli

Produzione
Ass. Cult. Teatro Insonne con Regione Toscana-sistema regionale dello spettacolo dal vivo e con Consorzio Con.Cor.D.A. con Teatro del Lavoro Di Pinerolo, Spazio 13 di Bari e TRAC _ Centro di Residenza Pugliese – Crest – TaTÀ di Taranto

Uno studio sulle fasi del giorno compone le tre miniature di Trittico. Cantillazioni, che dilatano il momento della notte, del mattino e del tramonto, snodandosi nella contaminazione di diverse espressioni. La danza, il teatro di figura e la musica classica indiana si intrecciano e spaziano tra arte e sacralità. I corpi vivi e danzanti convivono con le marionette inanimate; l’occidente incontra l’oriente; la carne è un tutt’uno con la mente: un ibridismo che supera la logica razionale e binaria e che mira alla rappresentazione della molteplicità dell’essere attraverso l’arte.

Amalia Franco è un’artista indipendente e performer. Lavora sulle contaminazioni tra danza, marionette ibride e maschere espressive realizzate da lei stessa. Anna Moscatelli, danzatrice, consegue il BA (Hons) Dance Theatre Honour Degree presso il TrinityLaban Conservatoire of Music&Dance di Londra e attualmente collabora con Sosta Palmizi, I Nuovi Scalzi, La luna nel letto, Senza Piume Teatro. Renata Frana si dedica alla musica e all’arte visiva: approfondisce i suoi studi in musica indiana e afghana, e suona il basso elettrico e la dilruba.

23-24 maggio, ore 22.40

131 urban rendez-vous

Compagnia
IL CANTIERE_Sara Marasso & Stefano Risso.

Coreografia
Sara Marasso

Produzione
IL CANTIERE_Sara Marasso & Stefano Risso; Piemonte dal Vivo_Lavanderia a Vapore Centro Regionale per la danza; Associazione Sumisura_Laboratorio di Barriera.

Per creare un modo diverso di abitare lo spazio, la compagnia fa interagire tre corpi: una danzatrice, un musicista e un contrabbasso. 131urban rendez-vous è un progetto che prevede momenti di incontro tra abitanti e artisti, un work in progress collettivo: durante il periodo di residenza, il team condurrà diversi seminari aperti ai cittadini per incontrarsi e raccontare il territorio che abitano. Sono rendez-vous urbani: il trio è un mezzo per raccontare le specificità di un luogo e le abitudini della comunità che lo abita, attraverso una performance site-specific, multidisciplinare, itinerante e partecipativa.

La danzatrice e coreografa Sara Marasso e il bassista e compositore Stefano Risso iniziano a collaborare dal 2014 a una serie di progetti artistici che uniscono suono e movimento in un’ottica multidisciplinare che include l’utilizzo del corpo e della musica, uniti al video e delle nuove tecnologie.

Biglietto giornaliero verde prezzi
intero 15 euro
ridotto (convenzioni*, + 65) 13 euro
under 30 (giovani con meno di 30 anni) 9 euro
ACQUISTA