11 luglio giovedì – ore 21.30

Paradise now

paradise now 2

 

 

 “Paradise now”

film di Hany Abu-Assad (Palestina-Francia-Germania-Olanda-Israele, 2005)

con Kais Nashif, Ali Suliman, Lubna Azabal, Mohammad Bustami, Amer Hlehel, Hiam Abbass

film in italiano

 

nomination ai Premi Oscar come miglior film straniero;

tre premi al Festival del Cinema di Berlino; premio come miglior film straniero ai Golden Globe; altri premi agli European Film Awards, Dallas Film Critic Association, Independent Spirit Awards, National Board of Review Usa, Nederlands Film Festival, Vancouver Film Critics Circle

 

 

 

NELLA GIORNATA INAUGURALE DEL FESTIVAL, L’INGRESSO E’ GRATUITO FINO A ESAURIMENTO POSTI

 

 

Due ragazzi palestinesi vengono reclutati da terroristi islamici per compiere un attentato kamikaze in Israele. Passeranno l’ultima notte con le loro famiglie, ma dovendo mantenere il segreto sulla loro missione. Ma non tutto va come deve andare e i due ripensano al compito assegnato.

Un eccellente film di Hany Abu-Assad che, scegliendo di raccontare questa storia senza esprimere giudizi retorici (qual’è la verità?), ma mostrando il quotidiano e la realtà, è riuscito a emozionare gli spettatori di tutti i continenti, aggiudicandosi una nomination agli Oscar, e facendo incetta di premi internazionali dalla Berlinale ai Golden Globe.

Indimenticabile.

 

Hany Abu-Assad (1961) è nato a Nazareth ma a vent’anni è emigrato in Olanda per studiare ingegneria aerodinamica. Attualmente vive in Danimarca. Prima di “Paradise now” ha diretto diversi documentari e i film “The fourteenth chick” e “Rana’s wedding” (presentato alla Settimana della Critica al Festival di Cannes), che presenta un approccio innovativo al tema del conflitto israelo-palestinese, attraverso un taglio da commedia. Dopo “Paradise now” ha diretto “The courier” con Mickey Rourke, e “Omar” che si è aggiudicato il premio della giuria nella sezione “Un certain regard” al Festival di Cannes del 2013.