12 luglio venerdì – ore 21.30

Radiodervish

Radiodervish 1

 

Non potevano essere che i Radiodervish a inaugurare la sezione musicale di “Cuore di Palestina”. Il gruppo italo-palestinese formato da Nabil Salameh e Michele Lobaccaro è la formazione di punta della world music e della contaminazione made in Italy, ma è anche fortemente impegnato sui temi della pace.

 

DIWAN PALESTINA è il titolo dello spettacolo dei Radiodervish, che suoneranno in trio con il polistrumentista Alessandro Pipino, e che si sviluppa intorno ai brani del loro repertorio e ai suoni e alle immagini della più ispirata poesia palestinese e mediorientale quale quella di: Mahmoud Darwish, Adonis, Tawfiq Ziyad, Samih al Qasim e altri. Le poesie sono lette da Francesca Ballico.

La pluralità delle lingue del canto che spazia dall’italiano all’arabo passando per l’inglese e il francese, costituisce la cifra dei Radiodervish e, insieme all’originale stile melodico e ritmico, proietta questo live nell’ambito della musica d’autore del mediterraneo.

 

Quindici anni di attività, testi declinati in lingue diverse, tante collaborazioni, come quelle con Franco Battiato (che ha prodotto il loro disco, ‘L’immagine di te’), Noa e Jovanotti, la partecipazione a grandi festival in ogni parte del mondo – da Gerusalemme all’esibizione all’Olympia di Parigi. E adesso il nuovo ‘Human’, caratterizzato da un’incredibile molteplicità di frammenti che testimoniano l’importanza, nella loro musica, di luoghi e di etnie diverse, una ‘fusione’ ai confini del pop che ci porta proprio al centro del Mediterraneo, un territorio del sapere dove si sviluppa la musica degli italiani e dei nuovi italiani.