domenica 15 luglio – ore 22.30

Strella

 

 

Un film di Panos H. Koutras
Con Mina Orfanou, Yiannis Kokkiasmenos, Minos Theoharis, Betty Vakalidou
Titolo originale: Strella
Drammatico, durata 113 min. – Grecia, 2009

 

George è appena uscito di galera dopo una detenzione di quattordici anni per omicidio. Nel motel di Atene in cui va a dormire incontra la prostituta transessuale Strella. I due si innamorano. Lui cerca di avere notizie del figlio scomparso e intanto vuole vendere la vecchia casa del paese natio, ma anche lei, che si esibisce come “Maria Callas” in un drag club, sembra cercare qualcuno.

Un film d’amore, a tratti drammatico, a tratti divertente o arguto (come nella vivace descrizione del mondo trans ateniese). Ma siamo in Grecia e improvvisamente nella storia si abbatte uno dei più classici traumi da tragedia greca: il peso della memoria, la colpa che giace nella notte dei tempi, l’orrore assoluto strappano improvvisamente la vicenda dal ventunesimo secolo risucchiandola nel mito. “Vivi il tuo mito” è la frase chiave del film, e vivere il maledetto mito è il destino dei protagonisti di questa storia.

O forse no. Perché siamo nel ventunesimo secolo, e il mito può essere superato con un altro mito, quello della convivenza e della solidarietà. E così un doppio finale sancisce un’inedita liberazione, per un film di sentimenti ed emozioni forti e complesse, che non mancherà di affascinare.

 

Panos H. Koutras, nato ad Atene, ha debuttato nel 1999 con una parodia fantascientifica: The Attack of the Giant Moussaka. Questo è il suo terzo film, presentato con successo alla Berlinale e, successivamente, in oltre 25 festival internazionali. Dopo lo straordinario exploit di Strella, che ha emozionato il pubblico ovunque sia stato distribuito, ARTE France Cinema ha commissionato a Koutras un nuovo film, una grossa coproduzione internazionale dal titolo Xenia (attualmente in lavorazione): storia di due fratelli albanesi che attraversano la Grecia.