Kamikaze number five 2017-04-07T19:27:32+00:00

Project Description

mercoledì 5 aprile 2017, ore 21:00
giovedì 6 aprile 2017, ore 21:00
venerdì 7 aprile 2017, ore 21:00

Kamikaze number five

di Giuseppe Massa

regia Giuseppe Isgrò

con Woody Neri

dramaturg Francesca Marianna Consonni
suono Giovanni Isgrò
sarta Camilla Magnani
una produzione Phoebe Zeitgeist e VANACLU’
in coproduzione con Progetto Goldstein
in collaborazione con Teatro dell’Orologio, Associazione Teatrale Pistoiese, La Corte Ospitale Rubiera, Spazio OFF Trento

Kamikaze Number Five è il racconto del dies irae, il giorno dell’ira e del giudizio finale, divenuto terreno, carnale, umano. Il testo racconta le ultime ore di un kamikaze. Mentre si prepara per la fine, richiama i fantasmi della sua famiglia distrutta: il padre, il fratello, la madre e la sua unica figlia. Le presenze si uniscono in una Totentanz, una danza macabra, una riflessione sulla morte che attraversa e trafigge la vita. L’odio sotteso all’intero racconto assume temperature e intensità diverse. Sebbene sia il racconto di un atto estremo, esso è tutt’altro che la descrizione di un’anima monolitica e compiuta. E’ invece ambientato su una soglia, su una linea di tensione, sui passaggi che conducono alla trasformazione. Il testo non si rifugia nel “politicamente corretto”, è eccitato ed elettrizzante, fortemente vero e crudele: il pensiero radicale è rappresentato attraverso le sue logiche stringenti e per i suoi valori del tutto basati sul sentire viscerale, rendendo ciò che viene rivelato contemporaneamente condivisibile e inaccettabile.

Il lavoro è calato completamente nella rabbia odierna, nella sua auto alimentazione e nel suo compiacimento ed è il frutto di un pensiero più generale sulla cultura del dissenso e sulle sue derive. In questo lavoro è rappresentata un iper umanità, un eccesso di sensibilità condotto fino all’estremo. Non assistiamo a una macchinazione fredda, ideologica e militare, velo di cui rivestiamo la nostra idea di kamikaze. Affiorano invece i punti in comune con il sentire contemporaneo, con la sua avversione cocente, dolorosa e battente nei confronti del potere, del malgoverno, delle più gravi alienazioni tipiche della nostra società. Il lavoro è uno scomodo interrogativo sulle motivazioni di resistenza e di rivolta.

Giuseppe Isgrò fonda la compagnia teatrale Phoebe Zeitgeist nel 2005. Debutta nel giugno del 2008 al Teatro dell’Elfo con lo spettacolo Line, il tempo di Agota Kristof. Dallo stesso anno intraprende un lavoro di ricerca sulla drammaturgia di Copi (Le quattro gemelle, Loretta Strong, La giornata di una sognatrice). Tra i suoi spettacoli: Note per un collasso mentale da J.G.Ballard, Adulto dai testi finali di Elsa Morante, Dario Bellezza e Pier Paolo Pasolini.

Woody Neri, diplomato alla Scuola di Teatro di Bologna Galante Garrone, vince il Premio Hystrio alla Vocazione nel 2005 e il premio Plauto nel 2013. Partecipa alla “Nouvelle école des Maîtres” con il maestro Matthew Lenton. E’ regista e drammaturgo, oltre che attore, in GabbiaNo – ovvero De l’amar per noia da Chechov, vincitore del premio “Argot Off V”. In tv partecipa alla sit-com Camera Cafè e al talent show X Factor.

Biglietti verdi prezzi
intero 15 euro
ridotto (convenzioni*, + 65) 13 euro
under 30 (giovani con meno di 30 anni) 9 euro