Corso di teatro annuale

novembre 2015-maggio 2016

condotto da Anna Amadori

livello principianti-avanzato
luogo: teatri di vita studio
Via del Pratello, 90 - Bologna
frequenza principianti: lunedì ore 19/22
frequenza avanzati: mercoledì ore 19/22

costo unica soluzione: 599 euro

opzione rateale: prima rata 243 euro all'iscrizione; seconda rata 243 euro entro 4 dicembre 2015; terza rata 163 euro entro marzo 2016

entrambe le soluzioni prevedono l'ingresso gratuito alla stagione di Teatri di Vita nel periodo di regolare frequenza

La sospensione del corso, in qualsiasi momento fatta, non dà diritto ad alcun tipo di rimborso.

PER PRINCIPIANTI O AVANZATO

 

Un’esperienza teatrale intesa come un viaggio, per esplorare le proprie capacità, per conoscere un teatro e le sue produzioni, le compagnie ospiti, la musica e la danza. Confrontarsi con le opere di grandi autori per riflettere sul mondo e sul presente. Un attraversamento della cultura contemporanea, fatto di incontri e di vita e di pensieri.

I corsi di recitazione a Teatri di Vita  sono tenuti da Anna Amadori, interprete di grande sensibilità in numerose esperienze, tra cui Teatro Valdoca, Lenz Teatro, Letizia Quintavalla, Teatro Reon che fonda con Fulvio Ianneo, Claudio Morganti e Teatri di Vita (dove lavora in molti spettacoli diretti da Andrea Adriatico), e autrice-attrice in proprie produzioni in cui si confronta con la scrittura teatrale e narrativa contemporanea.

Il teatro è il luogo dove ogni uomo può inventare altri sé, dare un nuovo inizio e una nuova fine a una storia apparentemente chiusa, ribaltarsi metaforicamente e realisticamente (ribaltarsi di risate o di pianti, fare capriole o cadere dalla sedia di fronte al finto pollo che ti serve una finta, ma verissima  mamma); strumento di conoscenza del sé che si attiva in una dimensione di spazio e tempo, è, nella sua stessa natura, atto di comunicazione potente e immediato, perché fondato sulla fisicità, psichicità ed emozionalità del corpo.

 

I corsi prevedono esercitazioni intermedie e un saggio-spettacolo finale.

 

Il costo complessivo del corso è di 599 euro se pagato in un’unica soluzione: praticamente 75 euro al mese! Ma c’è anche la possibilità di pagare  in tre rate.

L’iscrizione al corso comprende l’abbonamento gratuito a tutti gli spettacoli presentati a Teatri di Vita da ottobre 2015 a maggio 2016.

 

 

CORSO PRINCIPIANTI (LUNEDI: aperto a tutti).
PARTENZA 2 NOVEMBRE

 

La corte della vanità

 

Il corso per principianti comincia con un passaggio di testimone.
L’anno scorso si è lavorato sulla archetipi della fiaba come materia con la quale misurarsi, si è partiti da tipi e funzioni (la principessa, il principe, l’orco, il lupo, lo stupido, l’abbandonato, il disperso, il re, il povero, il buono, il cattivo…) per arrivare alla concretezza del presente e si è arrivati al racconto di storie risapute sotto una nuova luce.
Il lavoro ha rivelato una ricchezza insospettata che mi spinge quest’anno a riproprorlo con uno spostamento di obiettivo: porre a sfondo e contesto una storia condivisa nella quale far agire i vari personaggi, come funzioni intercambiabili del gioco che si chiama potere. La storia che scelgo come collettore di funzioni è I vestiti nuovi dell’Imperatore di Hans Christian Andersen. Vicenda e contenuti sono perfetti per questi nostri tempi – specchio riflesso, per dirla coi bambini – quanto lo sono come viatico per avvicinarsi al teatro, al potere della finzione.

 

CORSO AVANZATO (MERCOLEDI: si accede con un colloquio).
PARTENZA 4 NOVEMBRE

 

Dialoghi Ibsen
Borkman, Solness & Company ( fra i quali un’anitra selavatica )

 

Le storie e i personaggi di Ibsen letti oggi,  senza i dovuti accorgimenti dello storico analista, non si discostano tanto da quelli di molte telenovele famose, passione inconfessata di molti insospettabili.
Le sue opere sono l’affresco di un mondo al suo tramonto che pure è l’albore del nostro e  contiene tutti i geni di un’umanità  scorticata dal denaro che tritura uomini e cose. Basta solo scorrerne le trame per rendersi conto che è di noi che si parla, di un nostro passato, che credevamo innocuo,  trasformato in un presente dove i colori della tragedia e della seriosità sono sfumati in quelli della farsa tragicomica, dell’ironia sarcastica di chi ha capito tardi quale era il ritmo da seguire, insostenibile, coatto, ridicolo, senza scampo.
La  densità di trama, di senso, di simboli rende queste opere quasi insopportabili nell’oggi della superficie. Così ci si mette di lato per non cadere nei loro labirinti, iscrivendo la loro complessità  in una  cornice a noi riconoscibile, mutuando le forme da quello che oggi sembra l’unico spettacolo leggibile, quello dei media dai grandi numeri, tv e social network; così mettiamo  Ibsen nel bel mezzo del nostro parlare a vanvera, la danza macabra che accompagna i nostri giorni e già viene da ridere.
Ultima nota ma non meno importante ai fini del corso: i testi  si sviluppano in dialoghi perfetti, vere e proprie palestre di addestramento per chi li affronta, passaggio quasi obbligato per chi vuole avvicinarsi all’arte dell’attore.

 

CHI E’ ANNA AMADORI?

 

Attrice diplomata alla Scuola di teatro di Bologna, si laurea in Storia del teatro e dello spettacolo presso l’Università di Bologna (relatore Claudio Meldolesi). Si specializza seguendo fra gli altri gli stages con: Dominic De Fazio (Actor’s studio – New York), Kaja Anderson (Roy Hart – Francia), Philip Gauthier, Pierre Byland (Scuola Di Lecocq – Parigi), Masaki Iwana (La maison de Butoh – Parigi), Claudio Morganti e altri. Studia canto con Candace Smith; dizione e fonetica con Marco Cavicchioli. Pratica Tai-chi-chuan con Alessandro Mattioli.
Dal 1984 lavora come attrice in produzioni di Teatro Valdoca, Lenz Rifrazioni, Teatro delle Briciole. Nel 1990 fonda con il drammaturgo e regista Fulvio Ianneo l’Associazione Culturale Teatro Reon: come attrice in numerosi spettacoli, ideatrice e organizzatrice di progetti teatrali, curatrice di attività didattica e formativa (anche di formazione professionale).
Ha lavorato, tra gli altri, con Marco Baliani per i progetti Antigone del Comune di Bologna, e con Andrea Adriatico per le produzioni di Teatri di Vita Le cognate, L’omosessuale o la difficoltà di esprimersi, Quai ouest, Jackie e le altre, Un pezzo per SPORT. Dal 2008 ha intrapreso un personale percorso di scrittura scenica, che attraversa autori teatrali e narrativi contemporanei.

 

 

info:
051.566330urp@teatridivita.it

 

 

 



Acquista online

Qui puoi acquistare i nostri prodotti in massima sicurezza senza alcun sovrapprezzo.
Aggiungi al carrello i prodotti che desideri. Controlla nella pagina i nostri prezzi . Se acquisti prodotti diversi, caricali nel carrello un tipo alla volta e alla fine controlla che ci sia tutto quello che desideri.
Se hai bisogno di aiuto, clicca qui

Ordine corso15-16