Stefano Casi

Laureato al Dams nel 1987 con una tesi sul teatro di Pasolini (relatore Claudio Meldolesi), vincitrice del Premio Pier Paolo Pasolini e segnalata al Premio Ludovico Zorzi.

Come studioso ha pubblicato, tra l’altro, i volumi “Teatro in delirio” (1989), “Pasolini un’idea di teatro” (1990), “Desiderio di Pasolini” (1990), “Andrea Adriatico :riflessi teatri di vita” (2001), “I teatri di Pasolini” (2005, vincitore del Premio dell’Ass. Naz. Critici di Teatro), “Il teatro inopportuno di Copi” (2008), “Non io nei giorni felici. Beckett, Adriatico e il teatro del desiderio” (2010), “600.000 e altre azioni teatrali per Giuliano Scabia” (2012), “Passione e ideologia. Il teatro (è) politico” (con Elena Di Gioia, 2012), “Pasolini e il teatro” (con Angela Felice e Gerardo Guccini,2012), “Per un teatro pop. La lingua di Babilonia Teatri” (2013).
 Con Cristina Valenti e Franco Vazzoler cura la collana di monografie teatrali “Movimenti” per l’editore Titivillus. Suoi saggi sono stati tradotti in Francia e Spagna.

Nel campo dell’organizzazione ha curato diverse rassegne e programmazioni; ha co-fondato e co-diretto il festival “Loro del Reno” (1989-90); è stato membro del comitato tecnico-scientifico del Festival di Santarcangelo per il quale ha coordinato l’ufficio stampa (1992-93); dal 1997 al 2010 è direttore artistico di Teatri di Vita, rimanendo in seguito nel board della direzione artistica.

Come giornalista professionista, ha lavorato nei quotidiani “l’Unità” e “la Repubblica”; ha collaborato con numerose testate quotidiane e periodiche; ha fondato e diretto il trimestrale di cultura “Società di pensieri” (1992- 96).

Come dramaturg ha curato la versione italiana di “Donne. Guerra. Commedia” di Thomas Brasch (pubblicata e rappresentata nel 1995) e di “The Sunset Limited” di Cormac McCarthy (rappresentata nel 2010), nonché la drammaturgia di opere di Koltès, Fallaci e Tremblay.

Come sceneggiatore ha scritto, con altri, “Il vento, di sera” di A. Adriatico (Festival del Cinema di Berlino, 2004) e “All’amore assente” di A. Adriatico (London Film Festival, 2007; premio speciale della giuria al Festival di Annecy).

Ha svolto attività didattica in diverse istituzioni tra cui, come docente a contratto, all’Università di Bologna (Dams) e all’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Il suo blog è http://casicritici.wordpress.com/