il Suggeritore n. 124 - aprile 2012





IL TEATRO/1

Prometeo nella miniera di carbone (13 aprile)

Mòtumus è l'unica realtà teatrale di produzione di Brindisi. Giovane. E con un forte impegno non solo artistico ma anche sociale. Ecco il gruppo pugliese in Prometeo paladino, rivisitazione del mito greco in chiave moderna come denuncia delle politiche (economiche e ambientali) moderne.





Prometeo Paladino"La storia ha scelto i suoi eroi, ma qualche paladino è rimasto nell'ombra...": così il regista Maurizio Ciccolella racconta Prometeo Paladino, lo spettacolo, scritto da lui con Salvatore Vetrugno, e interpretato da Giovanni Di Lonardo, Andrea Simonetti, Francesca Danese e Fabio Saccomanno, che sarà in scena a Teatri di Vita venerdi 13 aprile, alle ore 21. A raccontare la nuova storia del mito antico di Prometeo è la compagnia Mòtumus, unica realtà teatrale produttiva professionale di Brindisi, che compie 10 anni di intenso lavoro artistico, formativo e organizzativo di attività socio-culturali. Una realtà che merita conoscere per il suo lavoro in una zona "di frontiera" come il territorio brindisino, tra i meno attivi dal punto di vista culturale. In pochi anni, il gruppo ha dimostrato invece una forta capacità propositiva, coinvolgendo numerose realtà nel rilancio del territorio (tra l'altro, ha coinvolto come regista anche un cineasta come Alessandro Piva).
Oggi Mòtumus presenta la storia di Prometeo Paladino, eroe del riscatto dell'umanità, che gli autori calano in una miniera di carbone: lo spettacolo - è il caso di ricordarlo - nasce proprio in una provincia come quello brindisina, in cui il carbone produce denaro e cancro, e nel quale nessuna forza politica, sebbene in contrasto, è riuscita ancora a salvaguardare la salute dei propri cittadini dagli interessi economici in campo, che perpetuano lo sfruttamento del territorio.
Prometeo è dunque paladino non genericamente dell'umanità, ma rappresenta la denuncia verso le politiche economiche e ambientali moderne, illiberali e antidemocratiche. Un eroe che si sacrifica contro il potere assoluto. Per un mito tanto antico nelle sue radici, quanto moderno nella sua capacità di raccontare in maniera intensa e plastica le ingiustizie del mondo contemporaneo.



APPROFONDIMENTI

LA PAGINA DI TEATRI DI VITA SULLO SPETTACOLO
(con possibilità di acquisto biglietti on line senza maggiorazioni)









VAI AL SOMMARIO DI QUESTO NUMERO DEL SUGGERITORE

ENTRA NEL SITO DI TEATRI DI VITA

CONTATTACI PER ULTERIORI INFORMAZIONI