coppa.jpg
piedemini.gif
present.jpg
ultimo aggiornamento 28 marzo 2011
teatro
di Flavia Mastrella, Antonio Rezza
(mai) scritto da Antonio Rezza
un habitat di  Flavia Mastrella
assistente alla creazione Massimo Camilli
produzione Rezza Mastrella, Teatro 91, Fondazione Teatro Piemonte Europa
In un paese allo sbando un Uomo è affascinato dallo spazio che diventa numero. La particella catastale dell’ingegno porta l’essere animato a fondersi con la civiltà numerica al declino... Civiltà numeriche a confronto. La sconfitta definitiva del significato...
Così l'imprevedibile duo Rezza-Mastrella torna in scena in uno spettacolo di graffiante comicità. Autori di teatro, cinema, libri, opere d'arte visiva, tornano a confondere gli spettatori per creare, con una travolgente e grottesca inventiva che li ha reso celebri e amati-odiati, un luogo di confronto, anzi di scontro del pensiero. Ancora una volta il loro
spettacolo è l'occasione per vedere meglio, in modo deformato e mostruoso (e perciò più vero) la nostra realtà di abbrutimento sociale, culturale e politico. A muso duro. Facendo sganasciare dal ridere, ma anche turbando e inquietando, magari con imbarazzanti coinvolgimenti
del pubblico.

"In questo gioco macabro e perverso si affaccia la fiaba allucinata: altro che felici e contenti, qui la nevrosi insegue il capriolo: uno che scappa e l’altro che corre con due gambe che non ne fanno una.
Fossimo zoppi faremmo più paura".


Candidato al Premio dello Spettatore 2010/2011
Rezzamastrella
7-14-21-28
con Antonio Rezza e Ivan Bellavista
7142128foto1.jpg
6-9 aprile 2011
w3.jpg
facebook_icon.jpg
myspace.png
YouTube.png
altre informazioni
visione critica >>>
galleria fotografica >>>
VIA EMILIA PONENTE 485 (BO)
dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18
7142128ideogramma.jpg
teatridivita.gif
i l  t e a t r o  c h e  v e d e  d o v e  a l t r i  n o n  g